Archivio Articoli
Apri Archivio

Sostieni il CDV

È il 1° ottobre del 2015, alle ore 20:30 presso la trattoria della frazione di San Martino Secchia.

Puntualissimi, sono presenti diverse famiglie della zona, compresi due Frati in rappresentanza del convento Francescano.

Incomincia l'incontro e prende la parola la Comandante del locale corpo di polizia municipale, che illustra i caratteri salienti dell'iniziativa del Controllo del Vicinato.

L'interesse è assoluto ed al termine della sua illustrazione, sono tante le domande alle quali, con puntualità e pragmatismo, la stessa comandante dà risposta.

Al termine dell'incontro-lezione, tutti sono concordi per attivare il gruppo.

Non ci vuole nulla a raccogliere le adesioni di una ventina di famiglie e costituire il gruppo Controllo del Vicinato che prende il nome di “San Martino Secchia” ed elegge il sottoscritto a Coordinatore.

Sottolineo che precedentemente ci si era già attivati autonomamente a causa i numerosi furti che avevano colpito quasi tutti i residenti. Per cui è bastato questo incontro per partire lancia in resta.

I giorni seguenti sono stati di fervore e attivismo che tutt'oggi pervade la comunità.

Per comunicare in tempi rapidissimi, un componente fa arrivare radio ricetrasmittenti economicissime ma efficacissime, con le quali siamo in ascolto H24 e pronti per qualsiasi evenienza.

La vitalità e l'ardore dei componenti, seppur non giovanissimi ma motivatissimi, fanno da cassa di risonanza per località vicine. È così che la nostra breve esperienza serve ad incoraggiare altre comunità vicine ad attivarsi: Soliera, Campogalliano, Santa Croce e non ultima Cortile, contigua a San Martino Secchia, che a breve costituirà un gruppo di CDV.

Nel frattempo, la costante e continua attenzione del territorio porta risultati incoraggianti. Auto e personaggi poco raccomandabili, visti muoversi in zona, vengono segnalati alle Forze dell'Ordine che, a loro volta, fanno indagini e sopralluoghi portando serenità e tranquillità sempre più palpabili tra i residenti.

Come risultato dell'impegno profuso dal gruppo, raggiungiamo la quasi totalità dei residenti a far parte del Controllo del Vicinato, 26 famiglie su 30.

Da citare, inoltre, un’altra attività che ci gratifica enormemente: la raccolta dei rifiuti lanciati dalle auto di passaggio nei fossi e lungo le strade. Ciò ha fatto sì di ritrovarci in un ambiente più pulito e quindi più presidiato e più attento, che fa da deterrente all'inciviltà di molti.

Siamo passati dal dire al FARE, senza aspettare che altri facciano per noi.

Cosa positivissima poi, si è creata una rete fra i residenti che risponde anche ai bisogni delle persone sole e avanti con gli anni, che ora possono contare sull'aiuto di vicini, che prima tanto vicini non erano.

Personalmente non sono di molte parole e mi piace passare velocemente hai fatti.

Ritengo che il Controllo del Vicinato abbia il merito di riannodare quei legami che la società odierna ha perso. È un'inversione di tendenza che spero faccia sempre più breccia. La società dell'egoismo, della difesa del proprio orticello, del tirar su muri non deve vincere. Non lasciamo spazio alle chiacchiere o al concetto che “ci deve pensare qualcun altro”.

Il Controllo del Vicinato è riappropriarsi di beni immensi che avevamo perso: l'ALTRUISMO e l'AMBIENTE.

Il Coordinatore del CDV San Martino Secchia

0
0
0
s2smodern

Abbiamo 54 visitatori e nessun utente online