Archivio Articoli
Apri Archivio

Sostieni il CDV

COMUNICATO STAMPA

Truffatori e ladri sono sempre alla ricerca i sotterfugi fantasiosi per guadagnare la fiducia dei residenti e riuscire a mettere a segno i loro colpi.

Abbiamo notizia, verificata dalla Polizia Locale di Olgiate Olona, un Comune in provincia di Varese, che il 4 marzo una sedicente rappresentante del Controllo del Vicinato, munita di cartellino, ha suonato alla porta di una casa, in una zona sotto la sorveglianza del Controllo del Vicinato, chiedendo di verificare il piano cottura della cucina e la cappa dei fumi. Un’evidente scusa per entrare nella casa presa di mira. Siccome in quella zona si conoscono tutti, la famiglia residente non si è fatta abbindolare e ha chiamato immediatamente la Polizia Locale. La truffatrice si è immediatamente data alla fuga. Questo episodio è la dimostrazione pratica che la conoscenza tra vicini è il vero punto di forza del Controllo del Vicinato e che lo stesso non può prescindere da un forte rapporto con le Forze dell'Ordine. Evidentemente il Controllo del Vicinato sta acquisendo sempre più credito tanto da essere utilizzato anche dai truffatori per carpire la buona fede dei residenti. Questa volta però ai truffatori è andata male.

Se si ripetessero episodi simili, vi invitiamo a chiamare immediatamente le Forze dell'Ordine. I volontari del Controllo del Vicinato NON girano per le case controllando piani cottura, cappe o altri elettrodomestici.

Il Comitato Esecutivo

0
0
0
s2smodern

Abbiamo 112 visitatori e nessun utente online