Archivio Articoli
Apri Archivio

Sostieni il CDV

I truffatori si stanno rivelando una grande piaga nella vita quotidiana e pacifica delle persone.
Con la scusa di rappresentare societá private o Comunali, di essere rappresentanti, venditori, riparatori o esattori di qualche sorta si insinuano nelle case con l´intento di rubare beni e valori.
Purtroppo le prede più facili per questo tipo di malviventi sono le fasce più deboli della società  anziani e persone che vivono da sole.Questo rende ancora più odioso questo tipo di crimine.
Tutti possiamo contribuire a prevenire le truffe domestiche identificando le potenziali vittime nella nostra zona e aiutandole a proteggersi. Se abbiamo vicini soli e anziani preoccupiamoci di parlare con loro ed accertarci che siano informati dei pericoli delle truffe. Possiamo organizzare una riunione di vicinato, dei fogli informativi o chiedere alla polizia locale di informare le persone dei rischi che si possono correre e di come evitarli.
Accertiamoci ad esempio che queste persone abbiano almeno una catenella o qualche sistema che impedisca l´apertura della porta, invitiamoli a richiedere sempre i documenti di chi li contatta e forniamo almeno due numeri di telefono (il nostro e quello del coordinatore o di qualche vicino) da contattare in caso di dubbi.
Se tutti ci offriamo di supportare queste persone possiamo pensare di ridurre significativamente le truffe nella nostra zona.Se sospettiamo di trovarci di fronte ad un truffatore non esitiamo ad avvisare i Carabinieri o la Polizia Locale per un controllo e diffondiamo la voce tra i vicini in modo che possano prestare attenzione.
A Caronno Pertusella (MI) é successo ad esempio che un arrotino truffaldino abbia chiesto cifre esose ad un´anziana per l´affilatura di un paio di coltelli. Grazie all´avviso girato nel gruppo tramite l´SMS del figlio della vittima, in poco tempo l´informazione é arrivata ai vicini e alle FF.OO. che purtroppo non hanno acciuffato l´impostore ma in questo modo si é riuscito a scongiurare in modo  semplice ed efficace ulteriori tentativi di truffa da parte del malvivente il quale ha pensato bene di cambiare zona. Inutile dire che l´anziana in questione é stata ben attenta e si é rifiutata di pagare 60€ per l´affilatura di due coltelli; ha invece minacciato di chiamare i carabinieri e questa pronta reazione ha evidentemente funzionato.

Gianfrancesco Caccia - Presidente ACdV © RIPRODUZIONE RISERVATA

0
0
0
s2smodern

Abbiamo 76 visitatori e nessun utente online